La finestra di Pandora

Ci sono porte e finestre che lasciano del tutto indifferenti, ne sono piene le strade e ne percorriamo troppe per concederci il lusso di farci caso. Poi ti trovi a percorrere senza fretta luoghi calmi, in pomeriggi senza obiettivi e rimani folgorato. Sono dita, quelle che stai guardando? Le foglie sono unghie incastrate in una fessura che non vuole farsi varco? O sono braccia conserte a impedire una fuga? Riesci solo a risponderti che c’è comunque un motivo se quei battenti sono serrati. Un motivo più grande di te, così abbassi lo sguardo e vai oltre.

Sarà una casa abbandonata? Forse soltanto una stanza non più usata? O è vuota o seppellisce qualcuno. O qualcosa. Le storie nascono così, da un accidente. Uno di quelli che non ti lasciano più in pace.

Se la cercate, passate da Mira (VE). Io non ci sono più tornato.

Lascia una recensione

Dimmi cosa ne pensi

avatar
  Subscribe  
Notificami