Cosa senti?

Profumo di gelsomino, note fruttate, pesca, pera. Solo un assaggio di quello che puoi distinguere in un bicchiere di vino – magari anche nella ghianda dello scoiattolo qui sopra. Ah, quante sciocchezze! chiosa qualcuno, snobbando gli snob da cui si sente giudicato ogni volta che ordina un vino: saranno mica vere ‘ste robe di fiori e frutta, il vino è vino, sa di uva e basta. E giù a tracannare quello della casa. Gli eccessi ci sono, non lo nego mica: ma forse è anche vero che non siamo più capaci di riconoscere che gli stimoli da cui siamo circondati sono articolati, ricchi e variegati  – come la lingua che diciamo di saper parlare, ma che usiamo come il nostro cervello, solo al 25% (dato statistico improvvisato).

Una degustazione può essere l’occasione di porsi delle domande, di scoprire un mondo da esplorare. Che se poi inizi a fermarti e ad analizzare profumi e sapori, prendi il vizio e lo fai anche con le persone. Impari a non dare nulla per scontato e ad ascoltare, prima di replicare (vuoi mettere il gusto di criticare a 360 gradi, invece che solo a 180?). Quando ti fermi ad esaminare un boccone, un sorso, una parola, può sorprendenti la scoperta di quanto ti sei perso fino ad ora. Corriamo spinti da uno stato di necessità solo postulato, ci perdiamo pezzi per strada, per arrivare prima di tutti a un traguardo senza medaglie e buffet: erano da un’altra parte, lungo il percorso, e ce li siamo persi.

Scrivere è un po’ così, correre appresso a uno storia, dimenticando che ci vogliono delle parole, delle frasi, dei periodi per arrivare alla FINE. In ognuno di questi moduli si annida il piacere artigianale dell’intaglio. Alla fine sarà sempre vino, magari, ma vuoi mettere riuscire a servire un buon Amarone, invece di un Cabernet adulterato? Sono sempre parole, ma alcune le dimentichi appena viste, su altre torni e ritorni per assaporarne il gusto rotondo, intenso e corposo.

Cosa senti?

N.B: rispondere solo con complimenti e adulazioni.

 

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami