L’Opera non creata

L’opera non creata è, nell’animo dell’artista, una forza naturale che si afferma o con forma tirannica, o con la sottile scaltrezza che la natura impiega per raggiungere i propri scopi, senza tenere alcun conto del benessere personale dell’individuo che reca in sé la forza creativa. Tale forza vive e cresce nell’individuo, come un albero cresce nel suolo da cui assorbe il nutrimento. È quindi giusto considerare il processo della creazione artistica come un essere vivente piantato nell’animo dell’uomo

Carl Gustav Jung, in ‘Jung Scritti scelti’ a cura di Joseph Campbell

A una prima lettura, mi è venuto in mente Alien, l’esserino che ti schizza via dalla pancia e ti lascia morto. Brrr. Ok, non c’entra, ma neanche l’albero mi convince: insomma, rimane legato alla terra da cui trae nutrimento, mentre una storia è più come un figlio, che ti cresce dentro. Come un figlio, a un certo punto anche una storia la devi lasciare andare. O ti morirà dentro. Ri-brrr.

Lascia una recensione

Dimmi cosa ne pensi

avatar
  Subscribe  
Notificami