La capanna del Papalagi

 Dove sono le capanne del Papalagi, in quei luoghi che chiamano città, la terra è deserta proprio come una mano tesa, e anche per questo il Papalagi è impazzito e si è messo a fare il Grande Spirito: per dimenticare quel che non ha. Afferra e raccoglie cose, come il folle raccoglie foglie appassite, e ci riempie la sua capanna, perché è tanto povero e la sua terra così triste. E per questo ci invidia e desidera che anche noi diventiamo poveri quanto lui.

(Capo Tuiavii di Tiavea delle Isole Samoa)

Papalagi è l’uomo bianco, siamo noi.

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami