Artificio (Controcorrente)

Tutto sta nel saper fare, nel saper concentrare lo spirito su di un solo punto, nel saper astrarsi abbastanza per far sorgere l’allucinazione e sostituire il sogno della realtà alla realtà stessa. (…) La natura, diceva, ha fatto il suo tempo. (…) D’altra parte, non vi è alcuna delle sue invenzioni, così sottile o grandiosa, che il genio umano non possa crearla a sua volta.

 

Dopo i fiori fittizi che imitavano i veri, voleva adesso dei fiori naturali che imitassero i falsi.

Huysmans, A ritroso

Non ti pare fantascientifico? Jean Des Esseintes è il prototipo del decadente e in quello che vive c’è tutta la decadenza del nostro secolo artificiale. Sì, lui inseguiva gioielli, arte, erotismo, ma il sogno tecnocratico non è fatto della stessa sostanza pornografica? Vogliamo il nostro mondo artificiale, creato a immagine e somiglianza dei nostri incubi, fatto di materia che possiamo controllare e alterare a capriccio. A Jean, il tentativo di crearsi un  bozzolo artificiale in cui vivere lontano dal mondo, non finisce tanto bene. No, non muore: peggio.

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami