Viaggio al termine dello schermo

Quando un libro ti parla dei problemi del binge-watching con 86 anni di anticipo, è per forza un capolavoro. Buon Céline a tutti.

Non è affatto la vita quello che accade negli schermi, resta dentro un grande spazio torbido, per i poveri, per i sogni e per i morti. Bisogna fare in fretta a ingozzarsi di sogni per attraversare la vita che vi aspetta fuori, usciti dal cinema, resistere qualche giorno in più attraverso quell’atrocità di cose e uomini.

Lascia una recensione

avatar

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notificami