La fretta della muta

Qualcuno aveva fretta di fare la muta e si è cambiato a metà strada. Allora è vero che le cicale crescono sottoterra e salgono sugli alberi per intonare il loro richiamo d’amore. Che poi è difficile descrivere il canto delle cicale, ci sto provando da un po’, ma non sono ancora soddisfatto. Dovrò venirne a capo, se voglio finire “La casa delle cicale”. Per aiutarmi, apro le finestre e ascolto le chiome degli ippocastani di fronte. Tutto quello che sento, però, è: “scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi scrivi”.

 

Lascia una recensione

avatar

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notificami