Buon compleanno a me

Che babbeo! Il blog – e quindi io – compie il suo primo anno e non festeggio. Ho “bucato” (per ora) la pubblicazione di “Epopea di un ateo pop”, ma questo sito è on line con regolarità: lo conto come “pubblicazione”. E poi questi articoli mi fanno prendere ogni giorno più forma e sostanza. Non Leggi di piùBuon compleanno a me[…]

Della ricerca

Con internet fai ricerche in autonomia e trovi libri che a scovarli nel mondo reale avresti impiegato anni. Per esempio il libro sui tarocchi siciliani del filosofo Michael Dummett (e un mazzo dei tarocchi stessi): parola chiave su Google, scoperta delle carte sicule, scritti sul tema, Amazon e clic. Nella premessa, Dummett racconta la sequenza Leggi di piùDella ricerca[…]

Ancora sull’usato

I Mistici di Elemire Zolla. Affare su eBay, giunto da Torino, aperto e sfogliato e… sorpresa. Doveva essere una fonte di ricerca, adesso è diventato un oggetto di ricerca. Mi torna in mente quanto ho già scritto (e che adesso ti vai a rileggere, clicca, grazie), sull’imbarazzo di trovare nei libri tracce degli altri, emozioni Leggi di piùAncora sull’usato[…]

Libro dispettoso

Stavo leggendo un libro che non era lui; forse per questo quell’altro si è affacciato a farmi un dispetto. Mi ero alzato per bere, l’avevo fatto e me ne stavo tornando al divano per continuare la mia beata lettura, quando quello lì mi ha distratto. Era più in fuori degli altri suoi fratelli sullo scaffale, Leggi di piùLibro dispettoso[…]

L’imbarazzo in un libro

Trovo affascinanti i mercatini dell’antiquariato. I resti di una vita che vengono riciclati in altre vite: quello che era ciarpame per qualcuno, è proprioquellochestavocercando per qualcun altro. Puoi rifarti l’arredamento – il guardaroba? orrore – la libreria, perfino la macchina – più facilmente la bicicletta. Però, ecco, i libri: ne capitano di ogni. Perché la Leggi di piùL’imbarazzo in un libro[…]

E così vorresti fare lo scrittore?

Omaggio Giuseppe Culicchia nel titolo, ma la citazione è dal libro di qualcun altro: non me ne vorrà. «… Raymond Carver… ci insegna che uno scrittore è tale solo quando dimostra una qualche capacità di analizzare, se non quanto ha scritto, i motivi che l’hanno spinto a scrivere. Un esercizio che attraversa questioni non solo Leggi di piùE così vorresti fare lo scrittore?[…]