La fine è nota

Più precisamente, avevo l’impressione che, pur dedicandosi alla letteratura di consumo, quel giovane scrittore (…) avesse fatto i suoi latinucci sugli altri maggiori… Leonardo Sciascia, Nota a “La fine è nota” di G. H. Hall. Mi calza a pennello, non c’è che dire. Mi preoccupa solo una cosa. G. Holiday Hall era scomparso dal mondo Leggi di piùLa fine è nota[…]

Citazioni

Il sacro, qualunque cosa avesse a che fare col sacro… L’oscuro fondo dell’essere, dell’esistenza Leonardo Sciascia, Il cavaliere e la morte Citare è pur sempre un’azione violenta, un’amputazione. E sì, puoi esporre un cuore o un fegato e dire “ecco, ammirateli nella loro unitarietà”, è ciò avrà un senso. Ma quanto più senso avrebbero a Leggi di piùCitazioni[…]

Causalità della casualità

Ma perché meravigliarci della causalità della casualità, di tutti gli assortimenti, i ritorni, le ripetizioni, le coincidenze, le speculari rispondenze tra realtà e fantasia, le indefettibili circolarità di cui è fitta la vita e ogni vita: se rappresentano – ormai lo sappiamo – il solo ordine possibile? Leonardo Sciascia, Dalle parti degli infedeli Be’, a Leggi di piùCausalità della casualità[…]

Pausa

Quando la locomotiva della scrittura rallenta e si ferma, è meglio non ostinarsi a spalarci dentro qualunque cosa ti capiti sotto mano. Meglio fermarsi e leggere. Cosa? Eh. Primo istinto: scappare in libreria a far rotolare gli occhi su chilometri di dorsetti, inciampare nell’illuminazione, comprare il Graal e bere l’elisir della somma scrittura. Per carità, da Leggi di piùPausa[…]